Dettagli dell'immobile

Cossato Via Martiri della Libertà ultimo Piano in Vendita - Cossato

  • DSC_0032
  • DSC_0034
  • DSC_0038
  • DSC_0040
  • DSC_0041
  • DSC_0039
  • DSC_0052
  • DSC_0046
  • DSC_0045
  • DSC_0035
  • DSC_0053
  • DSC_0051
  • DSC_0057
  • DSC_0063
  • DSC_0062
  • DSC_0060
  • DSC_0054
  • DSC_0049
  • DSC_0061
  • DSC_0055
  • DSC_0043
  • DSC_0048
  • DSC_0036
  • DSC_0067

Vendita €120.000,00 - Appartamento
2 Camere da letto2 Bagni2 Garage  Aggiungi ai Preferiti Stampa

COSSATO VIA MARTIRI DELLA LIBERTA’ ULTIMO PIANO IN VENDITA
COSSATO VIA MARTIRI DELLA LIBERTA’ ULTIMO PIANO IN VENDITA PROPONIAMO IN VENDITA PANORAMICO ALLOGGIO ULTIMO PIANO COMPOSTO DA INGRESSO, SOGGIORNO CON CAMINO, CUCINA ABITABILE, TERRAZZINO, SALA DA PRANZO, DISIMPEGNO CON ARMADI A MURO, DUE CAMERE DA LETTO, DUE BAGNI, BALCONE, CANTINA E AUTORIMESSA DOPPIA. RISCALDAMENTO SEMI-AUTONOMO. LIBERO SUBITO. PREZZO EURO 120.000
C.E. ” D” – I.P.E. 189,93 Kwh/m2

Cossato (Cusal in piemontese) è un comune italiano di 13.743 abitanti della provincia di Biella in Piemonte. Cossato si trova in Provincia di Biella, ha una popolazione di 14.826 abitanti, una superficie di 27,74 km² ed è posta ad un’altitudine sul livello del mare di 257 m.

La città è il secondo comune della provincia biellese per importanza demografica ed economica; ha uno sviluppo urbanistico che segue la direzione delle grandi strade: il centro è lungo la ex statale Biella-Gattinara, e le numerose frazioni sono distribuite lungo la strada per Mottalciata sull’altopiano baraggivo e sulle colline verso Quaregna, Lessona e Valle Mosso. Il centro della città si sviluppa attorno alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta. Il nucleo più antico è quello che circonda l’attuale piazza Gramsci. Recentemente sono state rese pedonali piazza Chiesa e via della Chiesa collegante quest’ultima piazza con Piazza Angiono, sede del municipio. Il palazzo che ospita gli uffici amministrativi venne acquistato da Gian Matteo Cridis e destinato a tale uso fin dalla prima metà dell’Ottocento. Nel centro si trovano pure le scuole materna, elementare e media (ospitata nel palazzo sede un tempo della G.I.L.) e la biblioteca civica a Villa Ranzoni. Nella piazza Croce Rossa si tiene settimanalmente il mercato che ha reso famosa Cossato come centro di incontro e scambio tra la pianura e la Valle Strona. Il fascino di Cossato non si trova tanto nel suo centro quanto nelle sue borgate, agglomerati di case affacciate su una strada o un cortile interno che sono sparse per tutto il territorio. Qui si trovano ancora angoli storici dove riemergono antichi palazzi, come in via Tarino (cà ‘d Tarin), o pezzi di mura medioevali come a Castellazzo. Particolare la borgata Fecia con la bella piazzetta, in cui spicca il palazzo dei conti Fecia o borgata Lavino (cà ‘d Lavin) con il caratteristico oratorio di santa Caterina.

“Se volete cercare il bello di Cossato non andate in centro, no, andate nelle sue frazioni. Salite a Bonardi e fermatevi in mezzo al cortile ad ascoltare il silenzio. Guardate le case con le “lobbie” di legno illuminate dall’unico faro tirato con due fili in mezzo alla piazza. Verrebbe da dire il silenzio dei “brugiun”, così affascinante. Oppure sedetevi sui gradoni dell’Assunta al pomeriggio di Maggio, quando le piante sono in fiore, con i ragazzini accanto che bisbigliano tra di loro di chissà quale amore. Perché il fascino di Cossato, oltre alle sue vie, alle sue borgate, sta nei piccoli scorci quotidiani, di cossatesi giovani e vecchi (…)”. Cossato vanta alcuni piatti tipici del luogo:

“Mantovane di Cossato” riconosciuti a livello nazionale come “Prodotto Agroalimentare Tradizionale”: dolci semisferici artigianali di pasta sfoglia che racchiude una soffice farcita di mandorle e marmellata, la cui forma ricorda le tende mantovane, da cui prendono il nome. Le “Mantovane di Cossato” vengono prodotte nel periodo di Carnevale. La produzione avviene in un laboratorio di pasticceria Pezzaro di Cossato.
Bagna càuda: una sorta di crema a base di acciughe sotto sale e aglio, servita con verdure crude.
San Carlin: formaggio da spalmare a base di tomino fresco, aglio e peperoncino.
“Biscotti dell’assunta” la ricetta di questa caratteristica specialità dolciaria nasce dentro la Pasticceria Pezzaro nel 2014, quando i biscotti vengono preparati in occasione della Festa Patronale dell’Assunta , che cade il 15 agosto. Sono disponibili presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta durante tutte le festività.

Mappa degli Immobili

Altri immobili

Facebook