Dettagli dell'immobile

Occhieppo Superiore Alloggio con Giardino - Occhieppo Superiore

  • DSC_0008
  • DSC_0036
  • DSC_0001
  • DSC_0002
  • DSC_0006
  • DSC_0010
  • DSC_0011
  • DSC_0012
  • DSC_0013
  • DSC_0014
  • DSC_0018
  • DSC_0019
  • DSC_0020
  • DSC_0021
  • DSC_0030
  • DSC_0031
  • DSC_0029
  • DSC_0028
  • DSC_0024
  • DSC_0025
  • DSC_0027
  • DSC_0034
  • DSC_0035

Vendita €83.000,00 - Appartamento
2 Camere da letto1 Bagno1 Garage  Aggiungi ai Preferiti Stampa

OCCHIEPPO SUPERIORE ALLOGGIO CON GIARDINO
OCCHIEPPO SUPERIORE ALLOGGIO CON GIARDINO PROPONIAMO IN VENDITA ALLOGGIO CON GRAZIOSO GIARDINO A DUE LATI COMPOSTO DA INGRESSO, SOGGIORNO, CUCINA, DISIMPEGNO, DUE CAMERE DA LETTO, BAGNO, PORTICO, SOTTOTETTO E AUTORIMESSA. DOPPIO INGRESSO PEDONALE. TERMOAUTONOMO. PREZZO EURO 83.000
C.E.”G” – I.P.E. 387,96 KWH/M2

Occhieppo Superiore (Ij Cep ëd Dzora in piemontese) è un comune italiano di 2.849 abitanti della provincia di Biella, in Piemonte. In epoca romana, in questo territorio esistevano le Cave d’oro (le cave della Bessa), i prigionieri venivano rinchiusi nelle carceri occhieppesi.

La prima documentazione scritta che conferma l’esistenza di Occhieppo Superiore risale all’XI secolo[3], all’epoca faceva parte dell’Episcopato di Vercelli. Nel XII secolo questo paese passò ai signori Bondoni, Dal Pozzo, Avogadro(1600) ai Savoia. Nel 1619, Carlo Emanuele I concesse Occhieppo Superiore agli Arborio di Gattinara che lo vende a Lodovico Rombelli nel 1722.

Tra le numerose chiese troviamo quella di Santo Stefano[4], costruita tra il 1600 al 1700, poi ristrutturata nel 1800, la porzione inferiore del campanile della chiesa, erano i resti del torrione di uno dei due castelli medievali. Infatti Occhieppo Superiore con Occhieppo Inferiore, rappresentavano un punto di difesa del sistema montano biellese, contro i Baroni canavesani e i partigiani di Federico I[non chiaro]. I due castelli costruiti attorno all’anno mille, funzionavano da fortificazione, alla fine del trecento furono devastati da Facino Cane 1391, e poi in gran parte distrutti nel 1527 da Filippo Tornielli durante una delle guerre d’Italia.[5]

Le altre chiese costruite tra il XVI e il XVII, tra cui quella della Beata Vergine delle Grazie e di Sant’Elisabetta, con il suo campanile in stile barocco.

Le confraternite di Occhieppo Superiore, San Giovanni (1552), Santa Elisabetta (1574) e il Santissimo Sudario (1675)[6]

Mappa degli Immobili

Altri immobili

Facebook